L’Ordine del Giorno è collegato alla delibera di approvazione del DUP e BILANCIO 2023 e mira a sollecitare il Governo nazionale a destinare fondi aggiuntivi per sostenere la gestione delle scuole d’infanzia a Milano, al fine di liberare risorse per realizzare centri estivi e case vacanze.

Nel preambolo, il Comune di Milano sostiene la maggior parte delle scuole dell’infanzia con risorse proprie, comportando un notevole impegno finanziario che potrebbe essere alleviato da un supporto finanziario statale.

Si evidenzia che il bilancio previsto per il 2023 è influenzato dai costi aggiuntivi relativi all’apertura della linea metropolitana 4 e all’aumento dei costi delle materie prime ed energetiche. Tuttavia, non sono inclusi i fondi per i centri estivi, frequentati da un numero considerevole di bambini nel 2022, né per le case vacanze.

Si sottolinea anche che i trasferimenti nazionali destinati a sostenere l’impegno del Comune di Milano per la fascia di età 3-6 anni non compensano adeguatamente i costi sostenuti. Questo genera un equilibrio non equo in cui le scuole paritarie del sistema privato richiedono alle famiglie di coprire i costi di gestione con rette, mentre le scuole pubbliche, pur offrendo un servizio paritario, non richiedono tariffa ma solo contributi legati all’ISEE.

Si afferma che Milano, da un lato, è una città trainante a livello economico e attrattivo per gli investimenti europei e internazionali, ma dall’altro non riceve adeguato sostegno per l’infanzia, costringendo l’amministrazione a tagliare servizi cruciali come i centri estivi, aggravando il carico di cura dei genitori e, spesso, delle madri.

L’Ordine del Giorno chiede al Sindaco e alla Giunta di sollecitare energicamente il Governo nazionale affinché destinino risorse finanziarie aggiuntive per la gestione delle scuole d’infanzia a Milano. Questo intervento avrebbe l’obiettivo di liberare risorse nel bilancio comunale per potenziare e realizzare centri estivi e case vacanze per i bambini, alleviando il peso finanziario del Comune e garantendo servizi cruciali per le famiglie e l’infanzia.

L’elenco dei firmatari indica un ampio consenso e supporto a questa richiesta da parte dei membri del Consiglio Comunale.

 

Pin It on Pinterest

Share This